Sassodisole presenta il nuovo arrivato in famiglia, Bruno, realizzato con le migliori uve Sangiovese dell’azienda

Il 2020 è un anno di novità per SassodiSole, tra queste la nuova etichetta Bruno.

Si tratta di Brunello di Montalcino, prodotto da un’accurata selezione manuale delle migliori uve dell’azienda, provenienti dal vigneto più vecchio, coltivate tenendo sempre conto del rispetto dell’ambiente e delle più antiche tradizioni montalcinesi.

Le mani esperte sono quelle del papà di Roberto, (titolare dell’azienda), ovvero Bruno, da cui prende nome il nuovo vino.

Esce in questi giorni anche il Brunello d’annata, uno dei migliori di sempre. “Erano mesi che aspettavamo che fosse il momento giusto per assaggiarlo – dice Roberto- Abbiamo avuto tanti commenti positivi, e ne siamo davvero orgogliosi. È un vino equilibrato, longevo, che può essere bevuto adesso e nei prossimi 50 anni”.

L’annata 2015, attesa con grande aspettativa, arriva dopo un lungo periodo di affinamento in botte grande di rovere di Slavonia: dal carattere forte e con una naturale eleganza, è un vino che si distingue per il colore rosso rubino intenso, con riflessi granati.

Sia Bruno che il Brunello 2015 di SassodiSole sono stati protagonisti a Benvenuto Brunello, la prestigiosa manifestazione andata in scena dal 21 al 24 febbraio presso i Chiostri del Complesso diSant’Agostino, a Montalcino; il primo dei tanti appuntamenti in programma per la cantina nei prossimi mesi, che culmineranno, a giugno, con Vinitaly.